Val di Fassa 2014

Percorrendo sentieri d'alta montagna dal rifugio Gardeccia

Il giorno 4 settembre 2014, lasciato di primo mattino il rifugio Gardeccia (1949 m) nel comune di Pozza di Fassa (TN) dove abbiamo registrato una temperatura minima di 9,0° con umidità relativa massima del 78%, ci incamminiamo lungo il sentiero 550 fino al Passo Coronelle (2630 m) avvolto dalla nebbia. Alle 12.15 troviamo 5,7°C e 92% di umidità.

Il giorno 5 al rifugio registriamo una temperatura min di 8,7° e umidità max 83%. Attraverso i sentieri 540 e 545 raggiungiamo il rif. Roda d. Vael.

Nella foto a lato veduta di Vigo dal sentiero 545 della Val di Fassa di ritorno dal rifugio Roda d. Vael dove alle ore 13.00 la temperatura era di 13,2° e l'umidità relativa del 59%.

Il 6 settembre al Gardeccia registriamo una minima di 7,5° e UR max 96%. Ci incamminiamo nuovamente lungo il sentiero 540 e, dopo il giro Ciampedie, pecorriamo il sentiero delle leggende. Torniamo al Gardeccia sotto la pioggia. 

Itinerari, visite e passeggiate da Vigo (TN)

7 settembre. Al rifugio Gardeccia ci svegliamo con una minima di 6,4° con umidità max del 98%. Approfittiamo del trasferimento a Vigo di Fassa per visitare Canazei dove troviamo un ricco allestimento in occasione di quella che qui chiamano "Gran festa dal'istà".

In albergo a Vigo è presente una vera stazione meteo.

8 settembre. Il tempo è buono, la temperatura minima notturna a Vigo è stata di 10,1° con UR max del 78%. Ci dirigiamo in auto verso Campitello dove prendiamo la funivia del Col Rodella che ci porta fino a quota 2389 m. Prendiamo poi il sentiero 557 fino al rifugio Sasso Piatto (2300 m); qui alle 13:25 misuriamo appena 14,0° col 44% di umidità. Sul sentiero 533 discendiamo poi fino al bivio nei pressi del Rif. Micheluzzi (1860 m) dove la temperatura è ben più alta (circa 19,0°). Di li attraverso la Val di Duron torniamo ai nostri mezzi.

Il 9 settembre gli estremi del giorno della stazione meteo dell'hotel sono: temperatura min 10,7° e max 23,3°con UR min 31%. Dopo la visita al museo della Grande Guerra di Moena ci dirigiamo verso il Passo S. Pellegrino. Lasciata la strada con una piacevole passeggiata saliamo al rifugio Fuciade (1980 m) quasi al confine con il Veneto. Alle 13.00 il termometro del rifugio segna 20,5°.